Passa ai contenuti principali

GLI APPUNTAMENTI DI MARZO DEL CINECLUB UNIVERSITARIO IL 6 MARZO INCONTRO CON RAFFAELE CASARANO E PROIEZIONE DI “BIRD” DI CLINT EASTWOOD

Continuano tutti i lunedì di marzo gli appuntamenti del Cineclub Universitario del corso di laurea in Scienze della Comunicazione dell’Università del Salento, realizzati con il supporto della Fondazione Apulia Film Commission presso il Cineporto di Lecce (via Vecchia Frigole 36): si comincia il 6 marzo 2017, alle ore 18, con un incontro che vedrà il coinvolgimento del musicista Raffaele Casarano, una delle eccellenze artistiche del territorio salentino, nome di punta della nuova scena jazz internazionale. Casarano introdurrà la
proiezione di “Bird”: il film biografico su Charlie Parker realizzato da Clint Eastwood nel 1988, oltre che “aprire” al pubblico del Cineclub lo studio di una delle intersezioni multidisciplinari più suggestive del ‘900 - quella fra cinema e jazz, sarà anche l’occasione per confrontarsi con uno dei giganti della storia della musica, una figura complessa di innovatore che influenza ancora oggi schiere di giovani musicisti, fra i quali si può annoverare lo stesso Casarano.

La programmazione di marzo proseguirà con gli incontri:
  • 13 marzo: Preistoria e comunicazione - Stefano Cristante introduce il film “La guerra del fuoco” di Jean-Jacques Annaud
  • 20 marzo: Dal romanzo al film - Simona Toma introduce il film “Il capitale umano” di Paolo Virzì
  • 27 marzo: Focus sulla regia - Davide Barletti introduce il film “Fine pena mai” di Fluid Video Crew

Lecce, 3 marzo 2017

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 18 Luglio 2018

Gallipoli illuminare per avere piu' sicurezza? Pensiamo anche alla spiaggia della Purita'

“Uno dei scorci più belli e suggestivi di Gallipoli, considerata mèta regina per i vacanzieri, è la spiaggia della Purità. Durante le ore serali è completamente buia, non viene affatto valorizzata, anzi, una parte di essa, viene utilizzata come parcheggio. Durante il giorno viene presa d’assalto dai tanti gallipolini e dai vacanzieri che apprezzano la bellezza dell’arenile e dell’acqua del mare. Nelle ore serali però è un disastro perché vi è una fila di auto parcheggiate lungo la rampa d’accesso e ciò rappresenta un vero problema per la sicurezza pubblica oltre che un’occasione persa per non valorizzare uno scorcio di Gallipoli che avrebbe tutte le carte in regola per diventare patrimonio dell’Unesco. Con un’ adeguata