Passa ai contenuti principali

“Giornata ecologiche”, passeggiate nel verde e pulizia del bosco di Torre dell’Orso con i migranti di Melendugno

Alba Mediterranea, Comune di Melendugno – Ass.to all’Ambiente, Proloco di Torre dell’Orso, GUS – Gruppo Umana Solidarietà, Ecotecnica insieme per la pulizia di un luogo magico e di rara bellezza.

Sabato 18 e 25 Marzo e 1 Aprile diventano giornate ecologiche, con una passeggiata nel verde dell’ Area Naturale Pineta Costiera di Torre dell’Orso; l’area ospita specie animali e vegetali di grande interesse naturalistico, tanto da essere classificato come SIC ovvero Sito d’Interesse Comunitario; zona
meravigliosa e di rara bellezza che lambisce e costeggia tutta la spiaggia di Torre dell’Orso fino ad “arrampicarsi” alla scogliera prospiciente le famosissime Due Sorelle; sono ancora visibili le ferite inferte dalla stagione estiva, bottiglie, plastica, tende, rifiuti di ogni genere abbandonati in quello che sembra un campo di battaglia ma in realtà è il cuore verde pulsante delle marine di Melendugno luoghi frequentatissime dai salentini e dai turisti. L’iniziativa è promossa da Alba Mediterranea, associazione che gestisce l’area SIC, patrocinata dal Comune di Melendugno – Assessorato all’Ambiente, con la collaborazione dalla Proloco di Torre dell’Orso, con il supporto tecnico-logistico di Ecotecnica – Gestione di Melendugno e con la partecipazione di Associazioni ed organizzazioni come il GUS – Gruppo Umana Solidarietà sede di Melendugno nell’ambito del progetto SPRAR “Il Salento Accoglie”, la coop. Polvere di Stelle di Galatina, il Banco delle Opere di carità di Tiggiano e tante altre realtà salentine che partecipano all’iniziativa con i propri beneficiari ed operatori. A questa giornata sono invitati a partecipare le associazioni di Melendugno, gli amministratori locali, gli imprenditori delle marine e tutti i cittadini che hanno a cuore la tutela e la salvaguardia di un luogo magico quale è l’area naturale pineta costiera di Torre dell’Orso. Armati di vanghe, cesoie, cariole e falci, si occuperanno tra l’altro di piccoli interventi di manutenzione dei sentieri e delle palizzate presenti, del taglio del legname, della raccolta delle ramaglie e dei rifiuti. Il tutto, per rendere le aree più pulite e facilmente fruibili da tutti. Il ritrovo è fissato alle ore 9.00 presso la casetta rossa, ubicata sulla provinciale che da Torre dell’Orso conduce a S. Andrea. Alle 9.30 dopo la consegna delle attrezzature da lavoro daremo inizio alla pulizia; verso le 13.00 ci sarà un aperitivo offerto da Alba Mediterranea. Il ciclo di giornate ecologiche rappresenta un'iniziativa molto importante sotto vari aspetti – evidenzia il Presidente di Alba Mediterranea - Innanzitutto i migranti delle comunità GUS e Polvere di Stelle che sono ospiti delle strutture del territorio di Melendugno e Galatina hanno la possibilità di rendersi utili per la comunità che li ha accolti, svolgendo un servizio a titolo gratuito e volontario. Questa iniziativa rappresenta per loro, inoltre, un'occasione significativa di integrazione e di formazione. “Credo che questa iniziativa rappresenti un banco di prova - commenta il sindaco Marco Potì -, nel senso che permette ai cittadini stranieri di dimostrare la loro responsabilità nella cura del luogo dove vivono. Si tratta di un passo dai diritti ai doveri che ritengo fondamentale per la convivenza, e mi fa piacere che accada proprio a Melendugno. È un segno che dovrebbe renderci consapevoli del fatto che tante persone di Paesi diversi iniziano a sentirsi italiane, o meglio, Melendugnesi”. Le tre giornate ecologiche mettono gli uni al fianco degli altri, tutti assieme, impegnati nella manutenzione di questo straordinario gioiello ambientale, posto a due passi dalle nostre abitazioni. Un modo piccolo e concreto per far sì che integrazione diventi occasione di sicurezza ambientale e bellezza. Alba Mediterranea ed il Comune di Melendugno continuano sulla strada della "giornate ecologiche" nella speranza anche che gli sforzi fatti contribuiscano a mantenere al centro dell’attenzione, fin d’ora, ed in previsione della stagione estiva, gli incivili sempre all’opera, gli accampamenti abusivi ed i comportamenti illegali. Le date scelte per l’intervento di pulizia di tali aree, interessano tre fine settimana precedenti a quello pasquale, nella speranza che trovare un bosco pulito, incentivi il “popolo della pasquetta” a comportamenti virtuosi, scoraggiando il fenomeno dell’abbandono di rifiuti. L’evento di tre giorni, oltre che pulire il bosco, vuole sensibilizzare le persone a prendersi cura e di fruire di un bene comune ma soprattutto far conoscere il progetto VEROBLU di Alba Mediterranea che in questa stagione entrerà nel vivo attraverso una serie di attività gratuite per i giovani dai 14 ai 35 anni: escursioni naturalistiche (a piedi ed in bicicletta) nell’area terrestre del SIC, corsi ed escursioni di vela, wind surf e canoa nel tratto di mare prospiciente l’area naturalistica, crociere didattiche su un veliero, attività di didattica ambientale e sportiva destinata alle scuole del territorio, organizzazione di eventi su tematiche ambientali, ecologiche e di promozione delle tipicità enogastronomiche e culturali locali, allestimento e gestione di campi avventura e week end verdi per ragazzi ed adulti volti alla conoscenza ambientale e/o alla tutela di specie animali e/o vegetali del biotopo, ecc. A livello organizzativo, si prevede di utilizzare, in loco, le 3 strutture ecocompatibili di legno di già esistenti nel SIC: Casetta VERDE per educazione ambientale, laboratori e servizi ambientali; Casetta ROSSA per accoglienza, eventuale ricettività ed organizzazione eventi; casetta BLU (da ristrutturare) per l’accoglienza dei giovani durante i campus estivi.

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 23 Aprile 2018

Galatina montato il puntello blocca auto all'entrata della Porta Luce

Montato un puntello blocca auto all'ingresso della Porta Luce,si aziona tramite un telecomando lo possono azionare i vigili urbani significa che e' elettrico ed e' luminoso, la parte superiore ci sono dei led di colore arancione per essere visibile che c'e' l'ostacolo questo sistema e' adottato anche alle grandi citta' e specialmente per salvaguardare i centri storici.