Passa ai contenuti principali

Galatina lotta alla Processionaria

Guido Aprea, Commissario straordinario, il 24 marzo scorso ha emesso la sua Oridnanza numero 32 in cui: ", premesso: - che ai sensi del Decreto del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali del 30/10/2007 è obbligatoria la lotta alla “Processionaria del Pino" (Thaumetopoea pityocampa), parassita infestante di tutte le specie di pino e delle conifere in genere, da parte dei detentori di tali piante, siano essi Enti pubblici o soggetti privati; - che tale lepidottero costituisce una minaccia per la
produzione e la sopravvivenza delle specie arboree interessate e rappresenta, altresì, un serio rischio per la salute pubblica in quanto i peli delle sue larve e dei costituenti "nidi" sono fortemente urticanti e pericolosi al contatto, sia cutaneo che delle mucose degli occhi e delle vie respiratorie;
- che, inoltre, in conseguenza della dispersione dei peli urticanti nell'ambiente, si possono registrare reazioni epidermiche, allergiche e infiammatorie che possono essere particolarmente consistenti, soprattutto in soggetti sensibili;
Constatata la presenza sul territorio comunale di diversi focolai di “Processionaria del Pino” e la continua diffusione del parassita;
Considerato che il Comune di Galatina ha già iniziato ad attuare i necessari interventi per la lotta alla processionaria, relativamente alle piante insistenti su aree pubbliche o di proprietà comunale;
ritenuto necessario, pertanto, adottare idoneo provvedimento teso a prevenire e contrastare lo sviluppo e la diffusione del parassita sull'intero territorio comunale, a tutela e salvaguardia dell'ambiente e della salute pubblica;

Visti gli artt. 7bis e 50 del D.Lgs. legislativo n. 267 del 18/08/2000 e ss.mm.i..;
Visto il D.M. 30/10/2007, ORDINA
A tutti i proprietari e/o conduttori di aree verdi private ricadenti nell'intero territorio del Comune di Galatina:
di effettuare, entro 30 (trenta) giorni dalla pubblicazione del presente provvedimento, tutte le opportune verifiche ed ispezioni sugli alberi posti a dimora nei terreni di loro pertinenza, al fine di accertare l'eventuale presenza di nidi della “Processionaria del Pino” (i nidi si presentano normalmente in forma di grosse masse simili alla Seta di color bianco-grigio e sono localizzati soprattutto sui rami più alti ed esterni) ovvero delle sue forme larvali (bruchi);
o nel caso in cui venisse riscontrata la presenza di “Processionaria del Pino”, gli stessi soggetti obbligati di cui al punto precedente, dovranno immediatamente intervenire rivolgendosi a ditte specializzate, effettuando l'asportazione meccanica mediante taglio dei rami infestati e la loro successiva bruciatura, avendo cura di operare con la massima cautela, utilizzando gli appositi
dispositivi di prevenzione individuale, per evitare il contatto con i peli urticanti delle larve e/o dei nidi.
AVVERTE che le spese per i suddetti interventi sono a totale carico dei proprietari e/o conduttori dei
terreni su cui insistono le piante infestate;
o che in caso di mancato adempimento, saranno applicate le Sanzioni amministrative di cui all'art.7 bis del D.Lgs. n.267/2000 e SS.mm.i.. (da € 25,00 ad € 500,00) e potrà essere disposta l'esecuzione d'Ufficio degli interventi omessi, con addebito delle relative spese a carico degli obbligati.
Rende Noto, a norma dell'art.3, comma 4 della Legge 241/1990, avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale, ovvero ricorso straordinario al Capo dello Stato, rispettivamente entro 60 e 120 giorni dalla data di pubblicazione.
La presente ordinanza, oltre ad essere trasmessa in copia all'Ufficio Stampa per la massima divulgazione ai mass-media locali e pubblicata sul sito Web del Comune, viene notificata per opportuna conoscenza e per quanto di competenza a:
- Comando di Polizia Municipale;
- Commissariato di Pubblica Sicurezza di Galatina; - Comando Stazione dei Carabinieri di Galatina.
E' fatto obbligo a tutti i pubblici ufficiali preposti alla vigilanza e alla sicurezza pubblica di far osservare la presente ordinanza".

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 18 Dicembre 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa