Passa ai contenuti principali

CANTIERE TAP E MATTANZA DEGLI ULIVI, DONNO (M5S): IL NOSTRO PRESSING A DIFESA DEL TERRITORIO

Roma, 17.03.2017 - Non si arresta la battaglia della pentastellata Daniela Donno su TAP e il collegato avvio dei lavori nel cantiere di San Foca, dove ieri sono iniziate le operazioni per l'espianto degli alberi di ulivo.
"Ieri ho inviato una nota alla Procura di Lecce e, per conoscenza ad una serie di altri soggetti e organi, tra cui la Procura di Roma, ai fini degli accertamenti di rito sull'eventuale sussistenza di profili di responsabilità, ivi compresi quelli legati al corretto adempimento da parte degli Enti coinvolti di tutte le prescrizioni, anche quelle relative alla Valutazione di Impatto Ambientale e di eventuali erronee dilazioni reciproche di competenze" afferma la senatrice salentina Daniela Donno.

"È evidente il gioco di rimpallo tra Regione Puglia e Ministero dell'Ambiente che cercano di scaricarsi a vicenda le responsabilità circa le procedure, noncuranti delle conseguenze che ricadono sul territorio e sulla popolazione. E allora, per fugare ogni dubbio, oggi stesso ho inviato un'istanza di accesso agli atti, sia a livello regionale, sia a livello ministeriale, chiedendo, con espressa esclusione di qualsivoglia atto istruttorio, l'esame ed estrazione di copia dell'atto con cui formalmente è stata dichiarata l'avvenuta ottemperanza della prescrizione A.44, quella presente nel Decreto di compatibilità ambientale del progetto TAP e che, negli ultimi giorni, è al centro di accesi dibattiti" prosegue la pentastellata.
"Ho chiesto poi di indicarci in forma scritta, chiara ed univoca, quale sia l'Ente a cui è stato attribuito il potere di emettere la declaratoria di avvenuta ottemperanza. Solo così possiamo fare chiarezza in questa fin troppo intricata matassa amministrativa, che si avvale della sua impenetrabilità per tenere nascosta la verità ai cittadini. È più che evidente l'intenzione di procedere alla desertificazione di un intero territorio, con un inestimabile pregiudizio ambientale: per questo motivo non ci fermeremo e continueremo a vigilare affinché questo scempio trovi un arresto immediato" conclude Donno.

 Daniela Donno
Vice Presidente Commissione Diritti Umani
9ª Commissione: Agricoltura e produzione agroalimentare
MoVimento 5 Stelle ★★★★★ - Senato della Repubblica

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 20 Luglio 2018

Gallipoli illuminare per avere piu' sicurezza? Pensiamo anche alla spiaggia della Purita'

“Uno dei scorci più belli e suggestivi di Gallipoli, considerata mèta regina per i vacanzieri, è la spiaggia della Purità. Durante le ore serali è completamente buia, non viene affatto valorizzata, anzi, una parte di essa, viene utilizzata come parcheggio. Durante il giorno viene presa d’assalto dai tanti gallipolini e dai vacanzieri che apprezzano la bellezza dell’arenile e dell’acqua del mare. Nelle ore serali però è un disastro perché vi è una fila di auto parcheggiate lungo la rampa d’accesso e ciò rappresenta un vero problema per la sicurezza pubblica oltre che un’occasione persa per non valorizzare uno scorcio di Gallipoli che avrebbe tutte le carte in regola per diventare patrimonio dell’Unesco. Con un’ adeguata