Passa ai contenuti principali

Staisinergico e Staiterraterra tra gennaio e febbraio propongono tre percorsi formativi nel Salento

Un programma ricco e dettagliato per puntare alla formazione agricola consapevole, alla conoscenza della campagna salentina, alle sue potenzialità e ai suoi bisogni, per offrire occasioni di crescita professionale verso figure pronte ad affrontare le sfide rurali della quotidianità locale.
Salde su questi obiettivi le associazioni di promozione sociale Staisinergico e Staiterraterra per i prossimi mesi organizzano tre percorsi formativi in ambito agricolo e olivicolo: corso di potatura dell’ulivo, corso di potatura della vite e
corso per degustatori di olio. Un’offerta completa e diversificata che si avvalora dell’esperienza qualificata e riconosciuta di docenti tra i migliori dei rispettivi settori.
Il primo appuntamento è a Maglie con il corso di potatura dell’ulivo dal 26 al 28 gennaio: è rivolto a tutti i tecnici e gli operatori del settore che intendono aggiornarsi sulle tecniche colturali dell'olivo, al fine di migliorare la propria professionalità nel settore della potatura, ma anche a tutti gli appassionati che intendono prendersi cura del proprio oliveto in maniera autonoma, e alle nuove generazioni che si troveranno a gestire l’immenso patrimonio olivicolo salentino. Le docenze saranno affidate ai professori Pannelli, Xiloyannis, Antonello e De Nola. (Pagina evento fb: https://www.facebook.com/events/1709791939351256/)
Dal 9 all’11 febbraio l’attenzione si sposta sulla vite con un corso rivolto a tecnici, operatori e appassionati per arricchire le proprie conoscenze teoriche e pratiche sul miglioramento e allungamento della vita media della pianta, sulla razionalizzazione del carico produttivo annuo e aumento della qualità̀ delle uve, sulla qualificazione degli addetti alla potatura e la valorizzazione delle produzioni sostenibili e tipiche. Anche in questo caso la guida è affidata a professionalità di indiscussa competenza: Enzo Mescalchin, Marino Gobber, Roberto Lucin e Marta Cesi. (Pagina evento fb: https://www.facebook.com/events/291857647875868/)
Terza proposta formativa: dalla campagna ai suoi frutti. Il corso di degustatori di olio si svolgerà a Racale il 20 – 21 – 22 e 27 febbraio ed è rivolto a chi desidera approfondire la conoscenza della qualità del più antico e nobile dei condimenti. Si parlerà̀ di aspetti agronomici, tecnologici, di trasformazione delle olive, di conservazione, di caratteristiche chimico-fisiche degli oli extravergini, e anche di aggiornamenti normativi del settore olivicolo italiano, internazionale e comunitario. Non mancheranno le esercitazioni sensoriali, le degustazioni guidate e le prove pratiche. Lorenzo Cerretani, Luigi Caricato, Giovanni Lercker, Giovanni Melcarne, e Luciano Pollastri i docenti che seguiranno questa esperienza formativa unica nel Salento. (Pagina evento fb: https://www.facebook.com/events/1113767438698083/)
Staisinergico e Staiterraterra non sono nuove a proposte formative del genere, basti pensare che il corso di potatura dell’olivo è già alla sua terza edizione. “Quella della formazione è per noi la strada principale da percorrere per difendersi dalle difficoltà che oggi la nostra agricoltura sta affrontando e dalle strategie estere del mercato”, spiegano le associazioni. “Continuiamo a farlo ascoltando i bisogni principali dei coltivatori e della comunità proponendo a costi accessibili a tutti aggiornamenti che altrove richiederebbero investimenti maggiori, senza mai rinunciare all’alta qualità dei professionisti coinvolti”.
Le informazioni dettagliate sui singoli programmi dei corsi, i costi e le modalità di iscrizione sono consultabili sul sito www.staisinergico.it, sulle pagine facebook delle associazioni

STAISINERGICO è un’Associazione di Promozione Sociale costituita formalmente da settembre 2014. Nasce dalla forte volontà dei suoi soci fondatori di formarsi sulle pratiche di Economia Collaborativa e Rigenerazione Urbana diffuse in Italia e in Europa, con l’obiettivo di disegnare un modello mediterraneo di coworking adatto al Sud della Puglia. È gestore dello IAT di Racale e conta oggi circa 150 soci; un team operativo di circa 15 persone con competenze trasversali nel mondo del turismo, della comunicazione, dell’agricoltura, della formazione; una preziosissima rete di alleati e partner per collaborazioni su singoli progetti o su percorsi articolati nel medio e lungo periodo.

STAITERRATERRA è un'associazione di promozione sociale operante nel settore rurale. La base operativa è un orto in agro di Felline: 1000 mq di terreno destinate alla coltivazione sinergica e rappresenta un coworking agricolo in cui la sinergia non è solo prerogativa delle colture ma è lo spirito di collaborazione di tutti coloro che vi lavorano.
L’ orto sinergico è un luogo in cui non solo si sperimentano nuove (anche se antichissime) pratiche agricole (agricoltura sinergica, agricoltura organica-rigenerativa, agricoltura biologica, riproduzione dei semi OP) ma soprattutto in cui si impara a coltivare la terra, a raccoglierne i frutti e a rapportarsi con un consumatore esigente e consapevole, in un percorso quotidiano di costruzione di un rapporto diretto con la comunità, basato soprattutto sul trasferimento di conoscenze e di principi di educazione alimentare.


Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 18 Dicembre 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa