Passa ai contenuti principali

PIANO PER IL SUD, IN CORSO IL MONITORAGGIO DEGLI INTERVENTI AVVIATI IL RETTORE VINCENZO ZARA: «FACCIAMO SQUADRA PER AVVIARE LE MANUTENZIONI»

«Comunità accademica, forze civiche e politiche, attori del territorio in tutti i settori facciano squadra per avviare le manutenzioni del prezioso patrimonio immobiliare dell’Università del Salento». È l’invito del Rettore Vincenzo Zara mentre è in corso il monitoraggio, da parte della Regione Puglia su indicazione del CIPE, degli interventi avviati nell’ambito dei finanziamenti del Piano per il Sud e l’Ateneo è in attesa di una risposta alla richiesta di proroga, inviata alla Regione e al CIPE, per “l’assunzione delle obbligazioni giuridicamente vincolanti” (l’assegnazione dei lavori alle aziende vincitrici di gara pubblica).


«Gli adempimenti in materia e il nuovo codice degli appalti, continuamente interpretato e integrato dalle Linee guida dell’Anac (ben 7 negli ultimi 6 mesi) hanno reso le procedure più lente e complesse», spiega il Direttore Generale Emanuele Fidora, «Sono state necessarie una serie di autorizzazioni, spesso provenienti da altri enti pubblici, che hanno inevitabilmente ritardato l’azione amministrativa dell’Università; basti pensare alla necessità di convocare apposite conferenze di servizi con tutti gli enti competenti, acquisire per alcuni interventi la necessaria VAS e procedere alla validazione dei progetti, nei casi previsti dalla normativa vigente, a cura del Provveditorato Interregionale alle Opere pubbliche. Tre interventi sono stati aggiudicati e sono in fase di avvio, ma siamo anche pronti per bandire tutti gli interventi di manutenzione delle strutture già previsti nel Piano. A questo punto abbiamo solo bisogno di una piccola proroga per le obbligazioni, per completare le gare e “portare a casa” i fondi per la manutenzione».

«Quelli per la manutenzione degli edifici sono interventi strategici, fondamentali per ripristinare una situazione di buon funzionamento di alcune sedi dell’Università del Salento che versano in condizioni non ottimali e che proprio perché impiegate quotidianamente nelle attività didattiche si stanno ancora di più deteriorando per mancanza di interventi manutentivi dovuta alla carenza di fondi», sottolinea il Rettore Vincenzo Zara, «Se il CIPE concedesse la proroga, attraverso l’Università del Salento tutto il territorio beneficerebbe delle migliorie previste nei vari progetti del Piano per il Sud, anche grazie al miglioramento della qualità dei servizi erogati agli studenti. È necessario fare squadra, puntare tutti a questo obiettivo: non solo noi come comunità accademica, ma anche i vari attori che agiscono sul territorio sul piano politico, civico e sociale. Forniremo tutti i dettagli di questi e altri argomenti d’interesse per il territorio a breve in un apposito incontro, i cui materiali forniremo anche sul sito d’Ateneo».

Lecce, 20 gennaio 2017

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 21 Ottobre 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa