Passa ai contenuti principali

Soddisfazione sullo sterrato per la Scuderia Automobilistica Casarano Rally Team



Casarano (Le), 12 dicembre 2016. Nuova soddisfazione sullo sterrato per la Scuderia Automobilistica Casarano Rally Team. In Veneto, nella diciottesima edizione del Prealpi Master Show, gara valevole come quarta prova del Raceday Rally Terra, Emanuele Silvestri e Mirko Liburdi hanno dato continuità ai positivi risultati conseguiti nei precedenti appuntamenti terminando la gara in diciannovesima posizione assoluta, cogliendo il terzo gradino del podio
in gruppo N e in classe N4, ma ciò che più conta è la vittoria di Raggruppamento e l’ottava piazza assoluta ottenuta tra gli iscritti alla serie privata che si corre sulle strade sterrate nazionali. Una prestazione che vale molto di più di ciò che dice la classifica con il driver romano che ha saputo ben interpretare la gara trevigiana, corsa su alti ritmi sin dal via e terminata in crescendo, segno e conferma dei notevoli progressi compiuti su un fondo che conosce poco, viste le appena sei gare disputate e delle sue doti di adattamento a percorsi mai affrontati prima. Grazie a questo risultato il duo portabandiera del team casaranese comanda ora la graduatoria di raggruppamento C del Raceday ovvero la classifica riservata ai concorrenti in gara con vetture gruppo N a quattro ruote motrici, sopravanzando il pluricampione italiano Bruno Bentivogli. Nell’assoluta invece risale dalla tredicesima all’ottava posizione.
Silvestri e Liburdi hanno dunque nuovamente convinto con una performance di alto profilo e di costante intensità che li ha visti sempre nelle primissime posizioni della graduatoria di gruppo N. Rispetto alle precedenti gare sono stati ancora più incisivi cercando il successo sin dalla prima prova speciale. Assecondato da una competitiva e affidabile Mitsubishi Lancer evo 9 preparata e seguita in gara dalla DGR Sport, l’equipaggio laziale ha saputo mettere alla corda i suoi diretti antagonisti nel Raceday realizzando tempi rilevanti. E nemmeno il grosso spavento preso nel corso del secondo crono con la macchina a lungo su due ruote e che ha rischiato di finire a testa in giù, ha rallentato la loro marcia, poi il crescente feeling con l’insidiosa prova ricavata nelle distese pianeggianti tra Sernaglia della Battaglia e Soligo è servito a respingere gli attacchi di quanti puntavano a spodestarli.
Con il positivo risultato colto in provincia di Treviso va in archivio un annata ricca di soddisfazioni per il tenace rallysta capitolino che si è rivelato una vera sorpresa delle gare su terra italiane ed in particolare del Raceday.
“Sono molto contento” ha commentato Silvestri dopo l’arrivo “Abbiamo fatto un gara oltre le aspettative vincendo tra gli iscritti al Raceday e trovando il feeling ideale anche con queste strade molto difficili da interpretare. Dopo un dritto e aver quasi rischiato il cappottamento sulla ps 2 abbiamo stretto il coltello tra i denti e lottato fino alla fine ottenendo questo bel risultato. Siamo sempre riusciti a mantenere un passo molto veloce, supportati da una vettura veramente al top, reattiva, affidabile, robusta e con un assetto perfetto.

Ringrazio la DGR, la Casarano Rally Team per il supporto e il mio amico e compagno d’abitacolo Mirko Liburdi per l’impegno e la professionalità. Non mi aspettavo di terminare questo 2016 da leader di classifica anche perché ci eravamo presentati al via del campionato solo per partecipare e fare esperienza. Concludere la stagione con questo risultato significa chiuderla più che degnamente ed è di buon auspicio in vista del prossimo anno e delle restanti gare del Raceday”.

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 16 Luglio 2018

Gallipoli illuminare per avere piu' sicurezza? Pensiamo anche alla spiaggia della Purita'

“Uno dei scorci più belli e suggestivi di Gallipoli, considerata mèta regina per i vacanzieri, è la spiaggia della Purità. Durante le ore serali è completamente buia, non viene affatto valorizzata, anzi, una parte di essa, viene utilizzata come parcheggio. Durante il giorno viene presa d’assalto dai tanti gallipolini e dai vacanzieri che apprezzano la bellezza dell’arenile e dell’acqua del mare. Nelle ore serali però è un disastro perché vi è una fila di auto parcheggiate lungo la rampa d’accesso e ciò rappresenta un vero problema per la sicurezza pubblica oltre che un’occasione persa per non valorizzare uno scorcio di Gallipoli che avrebbe tutte le carte in regola per diventare patrimonio dell’Unesco. Con un’ adeguata