Passa ai contenuti principali

I giovani allievi della Showy Boys

Stage tecnico-formativo per gli allievi under 17 della Showy Boys Galatina. Come consuetudine, si è rinnovato l'appuntamento con lo stage di fine corso che rientra tra le attività previste dal progetto "Scuola Volley". Ospite della società bianco-verde e del responsabile del settore giovanile Gianluca Nuzzo è stato il pallavolista Marco Rizzo (classe 1990), talentuoso libero del Gi Group Monza di serie A1 e nella passata stagione della Revivre Milano (A1).

I giovani allievi della Showy Boys Galatina si sono destreggiati in numerosi esercizi approfondendo, in particolare, i fondamentali della ricezione e della difesa. A fine allenamento, soddisfazione nelle parole del tecnico bianco-verde Gianluca Nuzzo: "Lo stage è sempre un'occasione importante per i nostri allievi e per diversi motivi quali affinare le capacità tecniche, vivere un'esperienza diversa dalla quotidiana seduta in palestra, conoscere atleti che hanno già maturato esperienza nei massimi campionati nazionali e condividere momenti che comunque rimarranno indelebili nei ricordi dei ragazzi. L'obiettivo del nostro progetto, come noto a chi segue l'attività della Showy Boys Galatina, è quello di diffondere la pratica della pallavolo attraverso varie esperienze didattico-sportive e coinvolgere gli allievi in attività, come quella dello stage di fine di fine stagione, di formazione tecnica".

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 22 Luglio 2018

Gallipoli illuminare per avere piu' sicurezza? Pensiamo anche alla spiaggia della Purita'

“Uno dei scorci più belli e suggestivi di Gallipoli, considerata mèta regina per i vacanzieri, è la spiaggia della Purità. Durante le ore serali è completamente buia, non viene affatto valorizzata, anzi, una parte di essa, viene utilizzata come parcheggio. Durante il giorno viene presa d’assalto dai tanti gallipolini e dai vacanzieri che apprezzano la bellezza dell’arenile e dell’acqua del mare. Nelle ore serali però è un disastro perché vi è una fila di auto parcheggiate lungo la rampa d’accesso e ciò rappresenta un vero problema per la sicurezza pubblica oltre che un’occasione persa per non valorizzare uno scorcio di Gallipoli che avrebbe tutte le carte in regola per diventare patrimonio dell’Unesco. Con un’ adeguata