Passa ai contenuti principali

Ancora un successo per il 32enne Peso Massimo Emanuele “Big” Leo. Il pugile (in forza alla scuderia milanese OPI 2000)

          Ancora un successo per il 32enne Peso Massimo Emanuele “Big” Leo. Il pugile (in forza alla scuderia milanese OPI 2000) ha superato – al termine dei sei round in programma – la sfida contro l'ungherese Sandor Balogh (accompagnato all'angolo da Giuseppe Lauri). Il match si è svolto domenica scorsa a Copertino nei pressi del Regal Caffè (zona Gelsi). L’organizzazione dell’evento pugilistico ha visto la forma della società BeBoxe di Copertino diretta dal tecnico Francesco Stifani.
Oltre al match-clou marchiato Lega Pro Boxe, si sono svolti anche cinque incontri (con pugili dilettanti) di particolare interesse tecnico e anche atletico.

          «Sono soddisfatto del risultato, anche se sono consapevole di non essere proprio al top della forma – spiega il pugile professionista di Copertino – Dopo la breve parentesi vissuta recentemente con la World Series Of Boxing vestendo i colori della Dolce & Gabbana Italia Thunder, non ho potuto esprimermi sul ring. Anche se ho proseguito a seguire la rigida tabella di marcia impostami dal mio maestro Stifani, la persistente e cronica assenza di sparring-partner presenti in zona, mi costringe ha non testare efficacemente il lavoro affrontato in palestra. Nonostante ciò, continuo a conservare nel cassetto un sogno chiamato “titolo italiano”: sono motivato al punto giusto e convinto che per raggiungere questo prestigioso obiettivo devo intensificare maggiormente la preparazione. Per quanto concerne alla sfida vinta contro Balogh, ho cercato di metterlo in difficoltà sin dalla prima ripresa, provando a metterlo al tappeto, anche se si tratta di un avversario coriaceo e possente; proprio la mole di lavoro profusa per mandarlo ko, mi ha costretto ad un maggior dispendio di risorse. Comunque vittoria doveva essere e vittoria è stata».
     Ad analizzare l'ottava vittoria in Lega Pro Boxe  di “Big” Leo è il tecnico (coadiuvato all'angolo da Carmine Conte) Francesco Stifani.
     «Questa serata ci ha permesso di testare la condizione fisica e atletica non solo di Leo ma anche di altri beboxiani – spiega il tecnico Stifani – Per Emanuele Leo, si è trattato di un ritorno sul ring con la consapevolezza di affrontare non soltanto un avversario ma anche l'insidia rappresentata dalla lunga assenza con i confronti ufficiali. Questo aspetto ovviamente complica tutto specie per chi ha le carte per potersi giocare obiettivi di un certo prestigio. Ho analizzato bene il match di domenica scorsa e insieme a Leo abbiamo estrapolato le considerazioni idonee per migliorare. Adesso siamo in attesa di una chiamata da parte del nostro procuratore (Salvatore Cherchi, ndr) per sperare di dar seguito al percorso di Emanuele. Per quanto concerne alle altre sfide sotto-clou, ho riscontrato alcuni risvolti interessanti ma al contempo anche delle imperfezioni da limare velocemente, considerate le imminenti date proposte dal calendario della Federazione Pugilistica Italiana»

     A seguire il programma completo della serata di Copertino:
     Francesco Magrì, Junior 60 kg (Pugilistica Taranto, Taranto) vs Emanuele Celi, Junior 60 kg (Boxe Leone Fazio, Napoli): vince ai punti Magrì;
     Nicola Cordella, Junior 48 kg (BeBoxe, Copertino) vs Luca Loricchio, Junior 56 kg (Pugilistica Quero-Chiloiro, Taranto): no contest (incontro sospeso durante la prima ripresa per un infortunio alla spalla di Loricchio);
     Giuseppe Carafa, Elite Iª Serie 64 kg (BeBoxe, Copertino) vs Alberto di Vicino, Elite IIª Serie kg 64 Pugilistica Giuliano, Giuliano in Campania): incontro pari;
     Annalisa Antonucci, Elite IIª Serie 57 kg (Palestra Popolare, Lecce) vs Valentina Chiuri, Elite IIª Serie 57 kg (Amici del Pugilato, Lecce): vince ai punti Chiuri;
     Damiano Cordella, Junior 50 kg (BeBoxe, Copertino) vs Francesco Lombardi, Junior 50 kg (Boxe Leone Fazio, Napoli): incontro pari.
Match-clou Italia vs Ungheria valevole per la categoria Pesi Massimi (sei round):
     Emanuele Leo, 103 kg (OPI 2000) vs Sandor Balogh, 109 kg (Lauri Promotion): vince ai punti Leo.
     Commissario di Riunione: Nicola Causi (Ta);
     Arbitri-Giudici: Michele Contino (Ta), Angelo Calìa (Ta) e Giuseppe De Palma (Ba);
     Medico di servizio: dottor Ernesto Malorgio;
     Cronometristi (Ficr Lecce): Luciano Leone e Luca Sapuppo.


Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 16 Settembre 2019

Video Integrale
Caricamento

Galatina,prove tecniche per Galatina in fiore 2019

Ebbene si Galatina si prepara alla manifestazione tanto attesa dai cittadini, chiamata Galatina in fiore 2019,le prove tecniche si vedono in citta'.